Area Compagnie
Username 
Password 
 Ricorda login     
Il portale
 » Home Page
 » Le compagnie
 » Registrati
 » Le rassegne
 » Elenco Autori
 » Archivio copioni
Registrati
Storia
 » La Storia
 » Il Teatro
 » T. Latino
 » T. Medievale
 » T. Contemporaneo
Link amici
 » Libero
 » FITA
 » Novità di paese
 » Matrimonio nel Salento
Salento Giallo Rosso
Massimo De Luca
» Scheda   » Curriculum Teatrale   » Il Gruppo  
  » Photogallery   » Prossimamente a ...   » Fan's Club
Scenografo
Massimo De Luca
Casarano (Le)




17
0
0
0
Alcune delle nostre foto

--- Generale
Teatro 3d per prove scene

--- Generale
Macbeth - Atto primo - Scena quinta - Salone di Macbeth

--- Generale
Le Baccanti
La nostra storia
CENNI BIOGRAFICI MASSIMO DE LUCA è nato a Casarano nel 1961. Diplomato presso il Liceo Artistico di Lecce nel 1980, si trasferisce a Roma dove si iscrive all'Accademia di Belle Arti (Corso di scenografia) laureandosi nel 1986. Da circa 30 anni opera nel campo dell'arte: al 1977 risale la sua prima mostra, tenutasi presso la Pro-Loco di Casarano e al 1987 le sue prime scenografie: “Il mago di Oz", al Teatro Politecnico, Roma e “Memorie del sottosuolo" al Teatro dell'Orologio, Roma. Sempre a Roma dal 1987 al 2000 frequenta il laboratorio di scenografia “Arti Sceniche" di Filippo Spagocci ed altri laboratori scenografici, collaborando nel reparto scenotecnica e nel reparto decorazione alla realizzazione di vari lavori teatrali e televisivi eseguendo personalmente o curando, le varie fasi lavorative: sia progettuali, sia costruttive, sia pittoriche. Assistente dal 92 al 95 del regista e Maestro Vittorio Rossi. Scenografo nel film “Il burattinaio", uno tra i primi film girati nel Salento. Ha partecipato a numerose mostre collettive e manifestazioni artistiche. LAVORI E MOSTRE 1977: mostra personale presso la Pro-Loco di Casarano 1987: assistente alla scenografia e realizzazione nel “Il mago di Oz" regia di Giuliano Vasilicò. 1987: assistente alla scenografia e realizzazione di “Memorie del sottosuolo" regia di Valentino Orfeo al Teatro dell'Orologio, Roma. Dal 1987 al 2000 fa parte dello staff di fiducia del laboratorio “Arti Sceniche" di Filippo Spagocci dove si eseguono in quegli anni la realizzazione di scene per varie compagnie, teatri e festival se ne elencano alcune: realizzazione: “Il legno dei violini" di Giorgio Barberio Corsetti. realizzazione: “ Don Giovanni e l'amore per la geometria" regia di Sandro Berdini. realizzazione: lavori per il Teatro delle Muse di Roma “Tre cazzune fortunate" e “Non è vero ma ci credo". realizzazione: lavori per vari festival tra i quali: Benevento e Terracina. realizzazione: “La scuola delle mogli" regia di Cristina Pezzoli con Sergio Fantoni al Teatro Carignano di Torino. realizzazione: presentazione della Opel Calibra al Hotel Sheraton di Firenze. realizzazione: “Le Baccanti" scenografia di Luciano Damiani per il Teatro Greco di Siracusa nel 98 su commissione del Istituto Nazionale Del Dramma Antico. Dal 92 al 95 assistente del regista e maestro Vittorio Rossi, genio nell'allestimento di grandi spazi come l'indimenticabile “Aida" a Luxor in Egitto nel 94. Decoratore per “Arcoscenico" di fondali per trasmissioni televisive per “Agenzia Matrimoniale" con Marta Flavi ed “Il pranzo è servito" con Claudio Lippi. scenografo nel film “Il burattinaio" regia di Ninì Grassia con Fabio Testi, Orso Maria Guerrini e Gabriele Ferzetti. 1994: restauro di una macchina di scuola berniniana; Poli – Roma. 1994: mostra collettiva rassegna d'arte “Eclettismo Oggi", Pro Arte Ciampino – Roma. 1994 : mostra collettiva “Percorsi" presso la Galleria via del Corso – Roma. 1995: mostra collettiva “Art in vetrina" presso gli stabilimenti cinematografici De Paolis – Roma. 1996: mostra personale “Percorso opere dal 1976 al 1996" Palazzo Pagliarulo (Casarano – LE -). 1998: mostra collettiva “Arte itinerante" presso il Sospiro dei Venti (Casarano-LE). Dal 1997 al 2003 ha eseguito i bozzetti, curato la costruzione ed eseguito la decorazione delle scene per compagnie teatrali di Francesco Causo (Racale - LE -) e Cosimo De Masi ( Casarano -LE-). 1997: restauro delle pitture murali nella cappella inferiore di San Giuseppe; cimitero di Casarano (LE). 2001 allestimento di fine anno in piazza S. Sebastiano per il comune di Racale (LE). Realizzazione: dei bozzetti, della costruzione e decorazione delle scene nelle varie edizioni delle sfilate per l'atelièr “Golden Mode" di Filomena De Nuzzo. Casarano (LE). 2004: collettiva “L'Arte per Amica" Palazzo D'Elia (Casarano - LE). 2006: “Collettiva d'Arte - Pro Arti" Chiostro comunale (Casarano - LE). 2008: bozzetti e decorazione della commedia “A tiempi mei" regia di Rocco Fracasso.
Prossimi Spettacoli
20/mar - san cesario di...
  centro polivalente
la maddalena
Photogallery
Li sulitani Compagnia tea
Compagnia deg Nipoti di apo
Scopri il copione
Il nostro gioco: Scopri il copione
Da quale copione abbiano preso queste batture?
A - Ho bisogno, Solo il bisogno mi fa fare quello che sto facendo. Tu soldi ne hai?
B - Per comprare le rose?
A - Ma che rose! Tu le rose perché me le vuoi dare? Per farmi la corte. E perché si fa la corte a una donna? Per andarci a letto. E allora! E presto fatto: dammi i soldi e andiamo a letto. Scusa... Sono stata brutale, non dovevo parlarti cosí... Sono nei guai, mi trovo in una situazione terribile. Ti prego in ginocchio: vieni a letto con me e dammi qualche cosa di soldi.Non sono una prostituta, credimi, non faccio questo mestiere...tu sei il primo.
Risposta: 2 - 8
Vocaboli Salentini
I vocaboli salentini
campie
bruchi
Previsioni meteo
» Lecce
» Brindisi
» Bari
» Foggia
» Taranto
BLOO.it Egregio Directory
Pagine Viste Oggi:50    Pagine Totali:2342927