Area Compagnie
Username 
Password 
 Ricorda login     
Il portale
 » Home Page
 » Le compagnie
 » Registrati
 » Le rassegne
 » Elenco Autori
 » Archivio copioni
Registrati
Storia
 » La Storia
 » Il Teatro
 » T. Latino
 » T. Medievale
 » T. Contemporaneo
Link amici
 » Google
 » Libero
 » FITA
 » Matrimonio nel Salento
Salento Giallo Rosso
Lolek
» Scheda   » Curriculum Teatrale   » Il Gruppo  
  » Photogallery   » Prossimamente a ...   » Fan's Club
Compagnia teatrale
Lolek
Squinzano (LE)

Ultimo spettacolo:
24/01/10 - San Pietro Vernotico
”L’’ Acchiatura”
Teatro Don Bosco
0
23
5
0
La nostra storia
La compagnia teatrale "Lolek" nasce nel 2008 all'interno del gruppo dei giovani di AC; il nome e' riferito a Karol Wojtyla quando, da giovane appassionato di teatro, si cimentava nell'esperienza teatrale ed amichevolmente, era chiamato appunto LoleK. In quell'anno la compagnia teatrale, guidata sempre dall'instancabile Salvatore Sozzo, porta in scena la commedia in vernacolo di William Fiorentino "Basta la salute" presso il teatro M. Regina di Squinzano, nella rassegna "10 anni di Noi" e sara' replicata nel teatro Polifonica S.Cecilia della parrocchia S.Nicola. Il 25 Giugno 2009 la compagnia presenta a Lecce ,presso il teatro "S.Giovanni Battista" dell'omonima parrocchia la commedia in vernacolo dello stesso autore "Mannaggia li sordi" che verra' replicata il 3 Agosto presso la Lega Navale di Casalabate e il 1 Settembre, in occasione della rassegna "Settembre Squinzanese". Il successo costante di pubblico e di critica ci porta a continuare questa esperienza formativa e di socialita' per i numerosi giovani e giovanissimi che, a vario titolo, collaborano.
Lavori in corso ...
Attualmente portiamo in scena la commedia di Raffaele Protopapa "L'acchiatura ".
Prossimi Spettacoli
20/mar - san cesario di...
  centro polivalente
la maddalena
Photogallery
Attori per ca ”karol wojtyl
Il campanile Gruppo teatro
Scopri il copione
Il nostro gioco: Scopri il copione
Da quale copione abbiano preso queste batture?
A - Mammà, songo li 4 e meza, e papà nun se vede ancora; mo vide che facimmo lo stesso fatto d’ajere. A n’ore de notte nce magnajeme nu ventre de puorco 5 perzune. I tengo famma, i tengo famma!
B - Haje ragione, figlia mia, haje ragione, tu sparte lo core, ma che aggia fà io puverella? Mannaggia quanno maje me jette a spusà a chillu disperatone! Me fosse rotte li gamme quanno jette ncoppa a lo Municipio! Da che m’aggio spusato a isso, sto passanno nu sacco de guaje! Mò nce ha cumbinato chist’auto piattino. Steveme sule a casa, e chellu poco che tenevemo, nce lo sparteveme a magnà nuje sule, puteveme sfucà na chiacchiera senza che nisciuno nce senteva; a maggio truvaje sti 2 cammere e se vulette aunì cu chill’auto disperatone de D. Felice, ma stasera la faccio feruta, vì!
A - Oh! Po’ sà che ve dico, mammà, avisate a mugliera de D. Felice che nun me ncuitasse.
Risposta: 7 - 1 - 7
Vocaboli Salentini
I vocaboli salentini
àrguli
alberi
Previsioni meteo
» Lecce
» Brindisi
» Bari
» Foggia
» Taranto
BLOO.it Egregio Directory
Pagine Viste Oggi:136    Pagine Totali:2393194